Siamo fortemente convinti che non si può generare sviluppo senza innovazione. Ma per noi, la parola sviluppo deve essere sempre coniugata all’attributo sostenibile”. “Oggi, il progresso tecnologico è in grado di consentire la realizzazione delle attività antropiche nel rispetto dell’ambiente, preservandone la fruibilità della bellezza e delle risorse per le generazioni future. Il costo da pagare non è economico. Piuttosto occorre un cambio culturale che non ponga il soddisfacimento dei desideri dell’uomo al centro dell’universo. Necessita, semplicemente, un’attenzione particolare in fase di pianificazione, programmazione, progettazione ed implementazione. Spesso la prassi dello sviluppo sostenibile implica un notevole risparmio economico e un sensibile guadagno estetico. Il settore dell’energia è strategico nell’implementazione di uno sviluppo sostenibile globale.

Fabrizio Nardo
“Abbiamo il mondo in prestito dai nostri figli”
(massima degli indiani d’America)