Research and Technological Innovation Agency ha deciso di sostenere il progetto “A partire dai bambini” ideato e coordinato in-situ (Leogane, Haiti) dalla Dr. Alessia Maso. Il progetto condotto in collaborazione con le associazioni Riziki e Architettura Senza Frontiere (ASF) e la partecipazione di volenterosi di Marghera per la raccolta di fondi e la divulgazione dei propositi del progetto.

R&TIA, in particolare, curerà tutta la parte energetica della ricostruzione dell’orfanotrofio Foyer d’acceuil aux enfants demunis d’Haiti. L’intervento prevede un impianto FV capace di garantire l’autosufficienza energetica della struttura e di operare sia on-grid che off-grid in automatico, con un sistema di controllo intelligente smart-grid. Tale soluzione si rende necessaria perché attualmente il paese non è dotato di rete di trasmissione elettrica.

Tra le attività di R&TIA è prevista anche la progettazione di un impianto di fitodepurazione, non essendo presente una rete fognaria.

Fabrizio Nardo, CEO della società Tosco-siciliana, si dice estremamente motivato e stimolato per aver coinvolto R&TIA in questo progetto di solidarietà internazionale. Oltre all’aspetto solidale troviamo davvero interessante sviluppare un sistema smart-grid che consenta agevolmente i proprietari di poter collegare in rete l’impianto quando il paese si sarà dotato di una rete elettrica di trasmissione nazionale.

I tempi di realizzazione sono piuttosto stretti. R&TIA invierà un proprio rappresentate in marzo a Leogane per verificare sul posto le condizioni al contorno del sito che ospiterà gli impianti. In tale occasione saranno valutati altri potenziali progetti in cui R&TIA potrà essere in futuro coinvolti. Progetti che saranno comunque coordinati da Alessia Maso.